TRENO ALTA VELOCITÀ MILANO VENEZIA:VIA LIBERA AI LAVORI

treno aòta velocità milano venezia blog

Il Consiglio comunale ha recentemente dato con 28 voti favorevoli e 2 contrari, il via libera al progetto per la realizzazione di una tratta di circa 10 chilometri sulla linea di alta velocità Milano Venezia, che si sviluppa tra l’autostrada A22 fino alla stazione di Verona Porta Vescovo.

La nuova linea Tav Milano Venezia sarà realizzata in prossimità della storica linea Milano-Venezia comprendendo anche delle modifiche sull’attuale tratta Verona-Brennero; alcuni interventi nelle stazioni di Verona Porta Nuova e Verona Porta Vescovo; la realizzazione di un nuovo scalo presso Cason. Inoltre sono previsti anche dei lavori per la realizzazione di un nuovo.

TRENO ALTA VELOCITÀ MILANO VENEZIA: IL PROGETTO

Il progetto per la realizzazione della tratta prevede una tratta che copra circa 273 chilometri con ben 7 stazioni tra cui Brescia, Verona, Vicenza, Padova e Mestre. In questo periodo finalmente qualcosa si è mosso, dopo una lunga fase di stallo durante lo scorso anno anche se, il Presidente della Regione Luca Zaia abbia dichiarato che “In Veneto non esiste nessun sentimento anti-TAV”, mentre invece durante gli anni non sono mancate problematiche e critiche sollevate dai movimenti e dalle varie associazioni.

Riguardo alla linea tav Milano Venezia, i dubbi sono sorti soprattutto riguardo gli ingenti costi di realizzazione del progetto, le conseguenze sull’impatto ambientale, insieme alla reale utilità dell’opera.

NON SOLO LA TAV MILANO VENEZIA: ECCO L’INIZIATIVA TRENO VERDE

Se da una parte si sbloccano i lavori per la realizzazione di nuove tratte ad alta velocità, dall’altra si strizza l’occhio anche all’ambiente. Ecco perché Legambiente con la sua campagna “Change Climate Change” ha recentemente comunicato l’intenzione di percorrere lungo 13 tappe, tutto il territorio Italiano su un “Treno Verde”. Su questo treno speciale sono previsti laboratori, Youth Climate Meeting, e altre numerose iniziative per parlare di progetti che guardano al futuro, fino alla realizzazione di treni non inquinanti, che possano rispondere alle esigenze ambientali del nostro paese.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi