IL FUTURO VIAGGIA A 1200KM/H: HYPERLOOP ORA È REALTÀ

HYPERLOOP: SONO 6 LE TRATTE IN PROGRAMMA IN ITALIA

Il Presidente Bipop Gresta ha di recente dichiarato l’intenzione di voler portare questo nuovo treno supersonico in Italia, progettando il lancio in 6 Regioni Italiane, 3 al Nord e altrettante al Sud.

Le notizie che qualche tempo fa erano trapelate in Rete sono state dunque confermate, aprendo sul panorama italiano la concreta possibilità di vedere treni veloci che possano raggiungere una velocità massima di 1200km/h.

Le tratte si dislocheranno tra binari ferroviari ed autostrade. Le Regioni maggiormente interessate al progetto finora sono state Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Veneto per il Nord, insieme a Puglia, Basilicata e Sicilia per il Sud. I vertici Hyperloop si apprende, sono in contatto con Anas e Ferrovie Nord per la progettazione dei sistemi di trasporto che permetteranno a questi nuovi treni di percorrere itinerari in tempi brevissimi.

HYPERLOOP: MILANO MALPENSA – CADORNA IN 10 MINUTI

Sono ancora poche le notizie che circolano sui treni Hyperloop anche se dalle prime indiscrezioni, si apprende che sarà possibile percorrere tratte come Milano Malpensa – Cadorna in circa 10 minuti oppure andare da Verona a Trieste in mezz’ora.

I treni viaggeranno sui binari ferroviari e sulle autostrade secondo due possibilità: sfruttando i corridoi da 20 metri che i gestori ferroviari posseggono lungo le attuali linee oppure scavando dei tunnel sottoterra che potranno così contenere i futuristici tubi a bassa pressione all’interno dei quali viaggeranno i treni.

HYPERLOOP: ADDIO ALLE ROTAIE

I nuovi treni per viaggiare non avranno bisogno delle rotaie. Hyperloop infatti sfrutta tubi a bassa pressione che fungono come da rotaie, all’interno dei quali viaggiano le “capsule” aerodinamiche che sostituiranno gli attuali vagoni del treno. I motori saranno a induzione che attraverso l’uso di compressori ad aria, permetteranno alle capsule di viaggiare stabilmente su un sistema di levitazione magnetica.

L’assenza di rotaie e quindi di attrito, permetterà al treno di raggiungere velocità elevatissime, fino a 1200 km/h consumando molta meno energia rispetto ad un attuale treno ad alta velocità.